skip to Main Content

Protocollo di sicurezza per la ripresa delle attività di formazione

Protocollo di sicurezza per la ripresa delle attività di formazione

Con l’Ordinanza n. 52 del 26.05.2020, recante ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica Covid-19, la Regione Campania dà il via a partire da oggi, 28 maggio, alla ripresa delle attività di formazione professionale svolte in presenza dagli Enti di Formazione pubblici e privati relative alla parte pratica del percorso formativo (attività di laboratorio, stage ed esami finali) laddove dette attività non siano erogabili a distanza.

Le attività devono svolgersi nel puntuale rispetto del Protocollo allegato sub 3 al detto provvedimento.

Di seguito alcuni dei suoi punti più importanti.

  • L’Ente deve predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione adottate, comprensibile anche per gli utenti di altra nazionalità;
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in aula o alla sede dell’attività formativa in caso di temperatura > 37,5 °C;
  • Occorre rendere disponibili soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani per utenti e personale anche in più punti degli spazi dedicati all’attività (ingresso in sede, ingresso alle aule, in sala di attesa, in prossimità dei servizi igienici)
  • Occorre mantenere l’elenco dei soggetti che hanno partecipato alle attività per un periodo di 14 giorni, al fine di consentire alle strutture sanitarie competenti di individuare eventuali contatti.
  • Bisogna privilegiare, laddove possibile, l’organizzazione delle attività in gruppi il più possibile omogenei (es. utenti frequentanti il medesimo intervento; utenti della stessa azienda) e solo in subordine organizzare attività per gruppo promiscui.
  • Laddove possibile, con particolare riferimento alle esercitazioni pratiche, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni.
  • Gli spazi destinati all’attività devono essere organizzati in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti; tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.
  • Tutti gli utenti (docenti, discenti, tutor d’aula ecc.), considerata la condivisione prolungata del medesimo ambiente, dovranno indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie per tutta la durata delle attività e procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche. Nel caso dei docenti, è possibile fare ricorso ad una visiera trasparente
  • Dovrà essere garantita attenta e regolare pulizia e disinfezione degli ambienti, in ogni caso al termine di ogni attività di un gruppo di utenti, con particolare attenzione alle superfici più frequentemente toccate (es. dispender, maniglie, corrimano, pulsantiere, tastiere, mouse, ecc…)
  • Eventuali strumenti e attrezzature dovranno essere puliti e disinfettati ad ogni cambio di utente; in ogni caso andrà garantita una adeguata disinfezione ad ogni fine giornata.
  • Occorre favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria; inoltre occorre garantire maggiori frequenze di pulizia dei filtri.
  • Per gli allievi in stage presso terzi, si applicano le disposizioni/protocolli della struttura/azienda ospitante

Infine, il protocollo specifica ulteriori misure quali:

  • la necessità di stabilire un calendario per gli approvvigionamenti (giornaliero, settimanale) allo scopo di concordare con i fornitori orari compatibili con le attività, evitando che più scarichi avvengano contemporaneamente. L’orario dello scarico deve essere obbligatoriamente previsto al di fuori dell’orario di apertura al pubblico;
  • la specifica di smaltire i DPI utilizzati quali rifiuti indifferenziati, rispettando dettate misure precauzionali;
  • la gestione di un caso sintomatico sospetto, differenziando la procedura tra ospite e lavoratore
  • la possibilità di avere in dotazione un kit protettivo (mascherina FFP2 , tuta a maniche lunghe, protezione facciale, ecc…) da utilizzare per coloro che presentano sintomi da Covid-19 o per coloro che si prendono cura di una persona affetta.

 

Noi di Tecnogea, grazie all’esperienza maturata negli anni, siamo pronti ad offrirvi il nostro supporto in tema di sicurezza sul lavoro.

 

Scarica infografica della nostra offerta

Contattaci via mail per maggiori informazioni o per richiedere il nostro supporto.

Scrivici a info@tecnogea.com

Scarica il Protocollo di sicurezza anti-diffusione SARS-COV-2

News-Tecnogea1
contatti tecnogea

Accetto l'informativa sulla privacy (obbligatorio)

[recaptcha size:compact]

Back To Top